F U O R I  P O R T A  W E B
BLOG FONDATO NEL GIUGNO DEL 2000
TRA I PRIMI BLOG FONDATI IN ITALIA

www.guglionesi.com
Il sito non è finanziato con fondi di Enti istituzionali e/o pubblici.
È un'iniziativa culturale di
ARS idea studio.

Blogger fondatore Luigi Sorella
La Bellezza genera sensibilità alla consapevolezza.
Un viaggio nella cultura non ha alcuna meta.
Cultura è anche innovazione nel comunicare il sapere.
È proprio perché immaginiamo una comunità migliore, in ogni senso, con umiltà mettiamo a disposizione della collettività il nostro impegno.

........
"E Luigi svela, così, l'irresistibile follia interiore per l'alma terra dei padri sacra e santa." (
Vincenzo Di Sabato)



 




 
 

 


Condividi
l'articolo:
 

HOMEPAGE FUORI PORTA WEB

 
Articolo consultato 1037 volte ● Archivio 11610 FPW

 Guglionesi 
Dal 2018 accensione camini in regola per legge “anti-inquinamento”


Redazione FPW
Pubblicato in data 19/12/2019 ● FUORI PORTA WEB © 2000

Il riferimento nazionale, per le norme "anti inquinamento" nell'uso di combustibili domestici, è il D.M. n. 186 del 7/11/2017 "Regolamento recante la disciplina dei requisiti, delle procedure e delle competenze per il rilascio di una certificazione dei generatori di calore alimentati a biomasse combustibili solide" entrato in vigore dal 2 gennaio 2018.
Il decreto stabilisce le modalità per effettuare la certificazione di camini chiusi, camini aperti, stufe a legna, stufe ad accumulo, cucine a legna, caldaie fino a 500 W, stufe, inserti e cucine a pellet/termostufe. Sono previsti limiti restrittivi di emissioni, già dalla normativa in atto dal 2018: "Indicazioni circa le modalità di installazione e di manutenzione dei generatori di calore" (cfr. link).

Dal 2018, inoltre, le Regioni Veneto, Emilia Romagna, Piemonte, Toscana e Lombardia hanno già emanato ulteriori specifiche misure volte a limitare l'utilizzo di determinate tipologie di impianti combustibili domestici, in applicazione alle iniziative anti-inquinamento: "più del 51% del particolato presente in atmosfera proviene combustioni non industriali, quindi dai sistemi di riscaldamento utilizzati nelle nostre case" (cfr. link).

"Per tutti quei Comuni che si trovano parzialmente al di sotto dei 300 metri di altitudine sarà il Comune ad indicare per quali parti di territorio vale il divieto. Qualora non ci fossero direttive specifiche, la legge riguarderà il Comune intero.
Secondo la legge “anti-inquinamento” non sarà possibile installare nuovi generatori con classificazione al di sotto delle 3 stelle.
Questa legge prevede che il 1° ottobre del 2019, verranno coinvolti dalle limitazioni anche i generatori di calore alimentati a biomassa con classe inferiore a 3 stelle. Mentre dal 2020 non potrete più installare impianti con classe inferiore a 4 stelle.
La motivazione che ha portato alla nascita di questa nuova legge è che in molte regioni italiane, come l’Emilia Romagna, più del 50% delle emissioni di Pm10 è dovuto al riscaldamento domestico a biomassa. Un camino tradizionale aperto, in media, produce circa 2.880 tonnellate di Pm10 in un anno. Questo ha ovviamente portato alla necessità di risolvere questo problema. L’inquinamento è infatti un problema per molte città italiane, dovuto soprattutto alla presenza delle polveri sottili liberate nell’aria da auto, impianti industriali o cantieri. E naturalmente, anche dagli impianti di riscaldamento, che soprattutto nei mesi invernali fanno crescere moltissimo questi valori.

(...)
Chi ha un impianto con classe di prestazione compresa tra le 2 e le 5 stelle non verrà interessato da questa legge. (…) Esenti dal divieto anche tutti coloro che usano il caminetto o la stufa a pellet come unico mezzo di riscaldamento. Quindi se avete solo caminetti e stufe a pellet per riscaldarvi, non ci sono problemi. Potrete continuare a farlo. Mentre se avete sia termosifoni che altri impianti, il caminetto aperto non potrà essere utilizzato. Questo perché il caminetto tradizionale è indicato da questa legge come fonte di inquinamento, appunto."*

Secondo la Direzione regionale dell'ambiente e dell'energia francese (Driee) un caminetto a legna acceso per mezza giornata emetterebbe la stessa quantità di polveri sottili, pm10 in particolare, di un’auto a gasolio che percorre 3.500 km (= Guglionesi (Molise)-Londra andata e ritorno).

I risultati di uno studio condotto in 9 Paesi e circa 300.000 persone seguite per oltre 13 anni, ha dimostrato la relazione tra aumento delle polveri sottili e numero di tumori del polmone indipendentemente da altri fattori come il fumo di sigaretta.

L'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC) ha classificato l'inquinamento atmosferico e le polveri sottili fra i carcinogeni umani di tipo 1.

*[Estratto da https://urbanpost.it]

 

FUORI PORTA WEB © 2000
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta rilasciata, esclusivamente, dal blogger fondatore.


Segui FUORI PORTA WEB sui social

  


Per pubblicare sul blog FUORI PORTA WEB inviare l'e-mail all'indirizzo

fpw@guglionesi.com






FUORI PORTA WEB

Sito non rientrante nella categoria dell'informazione periodica (Legge n. 62 del 7 marzo 2001)
.
Il sito non è finanziato con fondi di Enti istituzionali. È un'iniziativa culturale di ARS idea studio.
Note legali sull'uso del blog FUORI PORTA WEB


ARS ● C.so Conte di Torino 15 ● 86034 Guglionesi (CB) ● Tel. +39 0875 681040 - +39 0875 518133 ● P.IVA 01423060704
Tutti i diritti riservati da Fuoriportaweb by ARSideastudio.com