F U O R I  P O R T A  W E B
BLOG FONDATO NEL GIUGNO DEL 2000
TRA I PRIMI BLOG FONDATI IN ITALIA

www.guglionesi.com ● ANNO 21°
Il sito non è finanziato con fondi di Enti istituzionali e/o pubblici.
È un'iniziativa culturale di
ARS idea studio.

Blogger fondatore Luigi Sorella
La Bellezza genera sensibilità alla consapevolezza.
Un viaggio nella cultura non ha alcuna meta.
Cultura è anche innovazione nel comunicare il sapere.
È proprio perché immaginiamo una comunità migliore, in ogni senso, con umiltà mettiamo a disposizione della collettività il nostro impegno.

........
"E Luigi svela, così, l'irresistibile follia interiore per l'alma terra dei padri sacra e santa." (
Vincenzo Di Sabato)




 
 

 


Condividi
l'articolo:
 

HOMEPAGE FUORI PORTA WEB

 
Articolo consultato 1124 volte ● Archivio 4772 FPW

 Campobasso 
Attenti al voto: votare Iorio significa dare una mano a Berlusconi ad affossare il paese


Paolo Di Laura Frattura
Pubblicato in data 12/9/2011 ● FUORI PORTA WEB © 2000

«Non oso pensare a cosa sarebbe oggi l’Italia senza il Presidente Napolitano, senza la sua guida, senza i suoi continui e severi richiami».
Paolo di Laura Frattura non nasconde la profonda preoccupazione per quanto sta accadendo nel Paese, ma soprattutto non nasconde tutti i suoi timori per i contraccolpi a livello locale e nazionale nel caso in cui fosse riconfermato il centrodestra alla guida della Regione. Votare Iorio significherebbe dare il consenso, legittimare un esecutivo che ha affossato la nazione.
«Ancora una volta – dichiara il candidato presidente di centrosinistra –, di fronte all’insipienza e all’incompetenza del Governo Berlusconi, il Presidente Napolitano è stato costretto, assieme al governatore Mario Draghi, a prendere saldamente in mano il filo dell’interesse nazionale nella più grave crisi che la Repubblica si trova ad affrontare dalla sua nascita. Il Capo dello Stato, non il capo del Governo – rimarca Frattura –, è consapevole che va recuperata la fiducia dell’Europa, salvando il Paese dal rischio di un fallimento estremamente concreto». Per questo è il momento di dire basta, non solo per dare una nuova stagione al Molise, ma all’Italia intera.
Paolo Frattura è diretto: «Siamo, purtroppo, governati da un gruppo di dilettanti allo sbaraglio senza nessun senso dello Stato, senza nessuna visione di futuro per l’Italia. Si tende esclusivamente a salvaguardare posizioni personali del premier, che fa finta di occuparsi dei problemi della crisi solo per evitare i giudici in Italia, e politiche di una coalizione allo sbando».
Argomenti non compatibili con le necessità dei lavoratori, delle imprese, dei cittadini. La testimonianza di tutto questo è data da una manovra inadeguata, che penalizza sempre le stesse persone, che non pensa alla crescita e allo sviluppo.
Una manovra che è stata cambiata di ora in ora a riprova di un Governo che non sa cosa fare, che ha perso ogni credibilità. Ancora oggi un richiamo dall’Ue. L’Unione europea avverte l’Italia: dovrà trovarsi pronta ad adottare «misure aggiuntive qualora le entrate derivanti dal fisco siano minori di quanto previsto e se vi fossero difficoltà a tagliare la spesa come stabilito».
«Tutti ci tengono sotto controllo, nessuno più si fida di Berlusconi», sentenzia Frattura.
«Questo – avverte il candidato di centrosinistra –, è il Governo “amico” di Michele Iorio. Un Governo che la maggioranza degli italiani vorrebbe mandare immediatamente a casa. Questo Governo, però, può poggiare le sue sorti future sulle elezioni regionali del Molise del prossimo 16 ottobre».
«Ricordo agli amici molisani – incalza Frattura –, che votare Iorio significa votare anche per il suo “Governo amico”. Significa votare anche a favore di Berlusconi manifestando consenso per la situazione nella quale versa il Paese. Significa essere grati a Berlusconi per il “prestigio” internazionale di cui gode l’Italia, per le condizioni dei lavoratori, delle imprese, per i disoccupati, i precari, per lo stato della scuola, della sanità, della sicurezza pubblica. Significa – continua il candidato presidente di centrosinistra –, approvare tutto questo e ritenere di conseguenza inutile la funzione del Presidente Napolitano che, invece, a più riprese è dovuto intervenire per sanare i danni provocati dal Governo amico di Iorio».
L’appello di Paolo di Laura Frattura è forte: «Il prossimo voto regionale avrà un’influenza importante su piano nazionale. Sulle sorti di un Governo che, come dice Iorio, molto ha fatto per il Molise. E per l’Italia. Tutti sappiamo che non è così. Ai miei amici molisani, anzi ai miei “compagni” molisani, dico di pensare molto bene al voto che daranno il prossimo ottobre: nel segno che lasceranno sulla scheda ci sarà tracciato il futuro del Molise e le sorti dell’intero Paese», conclude il candidato di centrosinistra.  

FUORI PORTA WEB © 2000
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta rilasciata, esclusivamente, dal blogger fondatore.


Segui FUORI PORTA WEB sui social

      


Per pubblicare sul blog FUORI PORTA WEB inviare l'e-mail all'indirizzo

fpw@guglionesi.com






FUORI PORTA WEB

Sito non rientrante nella categoria dell'informazione periodica (Legge n. 62 del 7 marzo 2001)
.
Il sito non è finanziato con fondi di Enti istituzionali. È un'iniziativa culturale di ARS idea studio.
Note legali sull'uso del blog FUORI PORTA WEB


ARS ● C.so Conte di Torino 15 ● 86034 Guglionesi (CB) ● Tel. +39 0875 681040 - +39 0875 518133 ● P.IVA 01423060704
Tutti i diritti riservati da Fuoriportaweb by ARSideastudio.com