F U O R I  P O R T A  W E B
BLOG FONDATO NEL GIUGNO DEL 2000
TRA I PRIMI BLOG FONDATI IN ITALIA

www.guglionesi.com ● ANNO 21°
Il sito non è finanziato con fondi di Enti istituzionali e/o pubblici.
È un'iniziativa culturale di
ARS idea studio.

Blogger fondatore Luigi Sorella
La Bellezza genera sensibilità alla consapevolezza.
Un viaggio nella cultura non ha alcuna meta.
Cultura è anche innovazione nel comunicare il sapere.
È proprio perché immaginiamo una comunità migliore, in ogni senso, con umiltà mettiamo a disposizione della collettività il nostro impegno.

........
"E Luigi svela, così, l'irresistibile follia interiore per l'alma terra dei padri sacra e santa." (
Vincenzo Di Sabato)




 
 

 


Condividi
l'articolo:
 

HOMEPAGE FUORI PORTA WEB

 
Articolo consultato 910 volte ● Archivio 6596 FPW

 Campobasso 
Nelle nostre Istituzioni la possibilità e il dovere di ripartire


Paolo Di Laura Frattura
Pubblicato in data 2/6/2013 ● FUORI PORTA WEB © 2000

Di seguito l’intervento integrale del presidente della Regione Molise, Paolo di Laura Frattura, alle celebrazioni per la Festa della Repubblica nel Palazzo di Governo di Campobasso.

«La crisi dei partiti, la sfiducia dei cittadini, l’antipolitica prima, l’abbandono della politica dopo.

In un crescendo senza sosta oggi abbiamo un’Italia smantellata nelle sue fondamenta più solide. Nessuno di noi probabilmente avrebbe potuto immaginare e profetizzare uno scenario di così profondo distacco tra vita di strada, vita vera, e Palazzo. Nessuno avrebbe potuto concludere che la nostra Italia repubblicana potesse da più fronti essere colpita nel cuore della sua identità. E invece è successo e ora tutti siamo chiamati a risponderne.

Oggi rispetto a ieri, però, c’è la consapevolezza di una precarietà sociale e culturale, non solo più economica, diffusa in ogni dove. Non c’è negazione né mistificazione della realtà. Nessuno è più sordo o fa finta di niente. Tutti riconosciamo le rovine, le colpe, gli errori, le responsabilità di ciascuno di noi. E non è, questa, una resa. È, al contrario, possibilità.

È, se lo vogliamo e se ci crediamo tutti insieme, il punto da cui ripartire per ricostruire quello che ci circonda nell’alto segno democratico delle nostre Istituzioni. La nostra Storia ci dice che possiamo e dobbiamo farlo. La nostra Storia ci incoraggia a rialzarci assieme perché ci ricorda che l’abbiamo sempre fatto.

Nella Festa della Repubblica, nel giorno dedicato alle Forze armate, è nostro dovere guardare con occhi lucidi quello che c’è attorno a noi, nella convinzione, però, che non tutto sia perduto. Anzi.

Rifacciamo nostro lo spirito del 2 giugno 1946. 67 anni fa c’era un popolo che assaporava il brivido del voto libero, ne godeva il diritto, ne afferrava la potenza. Le donne si ritrovavano in fila ai seggi per la prima volta come gli uomini, di fronte a un orizzonte di comunanza, di crescita, di opportunità per tutti.

Il crollo della partecipazione alle elezioni, registrato come mai prima nelle ultime amministrative, è un segnale di dolore che dobbiamo ascoltare e raccogliere. È l’indifferenza alla quale invece reagiremo con il giusto linguaggio, il giusto esempio, il giusto contenuto. I nostri cittadini ci dicono basta e dicono basta anche all’urlo di piazza che sembrava la grande novità e la possibile speranza.

L’abbandono del voto è l’abbandono delle Istituzioni, non possiamo non tenerne conto, ma non asseconderemo per questo l’onda distruttiva dei nostri valori, dei nostri organismi, dei nostri ruoli politici. Nemmeno dei partiti. Abbiamo bisogno di partiti sani e onesti, rinnovati, come guida e riferimento. Senza, siamo uomini e donne allo sbando. Lo vediamo tutti i giorni.

Capiremo, di nuovo uniti, che nelle Istituzioni c’è ancora e sempre la risposta sicura che i nostri cittadini attendono. Sapremo farlo perché dimostreremo noi per primi di credere e rispettare le Istituzioni che valgono e sono sempre al di sopra degli uomini che le rappresentano. Ce lo chiede e ce lo impone il Presidente Napolitano che è il custode e il testimone della nostra fede repubblicana.

Per questo, siamo convinti e siamo certi che quelle fondamenta smantellate siano invece ancora lì capaci di sorreggere tutti noi. Ritorniamo alla cura di esse per il bene del nostro grande Paese. Facciamolo insieme nel nostro piccolo Molise, senza più alimentare inutili spiriti contro. Le battaglie populiste, l’abbiamo visto, non portano a niente. Lavoriamo per creare lavoro, lavoriamo per risalire dal punto più basso. Lavoriamo per essere uniti, vicini e solidali. Lavoriamo per dare speranze. Lavoriamo per non sprecare il sacrificio di chi ci ha consegnato una Repubblica fondata sul lavoro.

Lavoriamo per dire con sorriso e passione “viva l’Italia, l’Italia tutta intera”».  

FUORI PORTA WEB © 2000
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta rilasciata, esclusivamente, dal blogger fondatore.


Segui FUORI PORTA WEB sui social

      


Per pubblicare sul blog FUORI PORTA WEB inviare l'e-mail all'indirizzo

fpw@guglionesi.com






FUORI PORTA WEB

Sito non rientrante nella categoria dell'informazione periodica (Legge n. 62 del 7 marzo 2001)
.
Il sito non è finanziato con fondi di Enti istituzionali. È un'iniziativa culturale di ARS idea studio.
Note legali sull'uso del blog FUORI PORTA WEB


ARS ● C.so Conte di Torino 15 ● 86034 Guglionesi (CB) ● Tel. +39 0875 681040 - +39 0875 518133 ● P.IVA 01423060704
Tutti i diritti riservati da Fuoriportaweb by ARSideastudio.com