Condividi   MOLISE ADRIATICO

2/8/2011
Macchia Valfortore
Redazione MA
Eventi
959

150 e a capo…. la storia d’Italia con gli occhi di chi è emigrato

Un appuntamento divenuto riferimento, in Molise, per gli studi sull’Emigrazione italiana nel mondo, presentato in anteprima al Senato. Convegno a Macchia Valfortore, istituzionalizzato con Delibera del Consiglio Comunale, per celebrare l’Unità d’Italia con gli “occhi di chi è partito” e condotto da Gianni Lattanzio. Venerdì 5 agosto 2011, h.16.30 presso il Complesso polifunzionale. Il saluto di apertura del governatore del Molise-cittadino onorario di Macchia, con le più alte cariche istituzionali regionali e provinciali, le “parole” dell’emigrazione di Mina Cappussi, il melodramma lirico, alterità e culture in viaggio, l’italianizzazione dei molisani all’estero. I brani musicali dal vivo, al mandolino e chitarra, per ripercorre assieme, sulle note che hanno fatto emozionare l ‘Italia, i 150 anni dell’unità nazionale.

150 anni di partenze e di addii: un secolo e mezzo di emigrazione, un secolo e mezzo di Storia. Un punto di vista particolare, quello scelto dall’Amministrazione comunale di Macchia Valfortore per ricordare i 150 anni dell’Unità d’Italia. Coccarde e tricolore, certo, ma nell’ottica di chi l’Italia e il Molise li porta nel cuore, al di là degli oceani, oltre le montagne, oltre i “confini” geografici. Si intitola appunto “150 e a capo….L’Emigrazione dall’Unità d’Italia ai nostri giorni”, l’annuale convegno dall’inconfondibile layout grafico di Wip Workinprogress di Eliana Cappussi, che si terrà venerdì prossimo, 5 agosto, a Macchia Valfortore, Complesso Polifunzionale, alle 16.30, e che fa di Macchia un comune “virtuoso” per l’interesse e lo spazio che dedica ai corregionali e compaesani emigrati in Italia e all’estero. Un evento che si ripete da anni, istituzionalizzato con Delibera del Consiglio Comunale, che il Sindaco, Nicola Zingaro, e il giovane vicesindaco, Leonardo Buonsignore, hanno inteso riproporre con rinnovato impegno e passione, Un appuntamento divenuto riferimento, in Molise, per gli studi sull’Emigrazione italiana nel mondo. “Perché l’Italia non sarebbe tale – recita il sottotitolo dell’evento – senza questa pagina importantissima che è stata, ed è, la Memoria collettiva dell’Emigrazione italiana nel Mondo: viaggi, oceani, partenze, non ritorni, nel vissuto di chi ha lasciato la propria terra, la Patria, l’Italia”. Parole che divengono simboli, che evocano emozioni, che tracciano solchi e costruiscono speranze. Il convegno è infatti pensato come motore di divulgazione dei temi dell’Emigrazione in un’ottica di sviluppo e promozione territoriale, per sensibilizzare le istituzioni regionali e provinciali sull’importanza della valorizzazione dei piccoli comuni molisani anche nella direzione di un turismo di ritorno. Infine, ma non ultimo, per rendere onore ai nostri emigrati, che hanno abbandonato questa nostra, splendida terra, in un momento difficile della nostra storia. Evento a carattere divulgativo, di rigore scientifico, l’annuale Convegno sull’Emigrazione di Macchia Valfortore la dice lunga sul lavoro, spesso sommerso, dei comuni virtuosi del territorio. Lo stesso è stato presentato da Mina Cappussi in Senato, lo scorso 14 aprile, nell’ambito delle Giornate dell’Emigrazione Asmef. Per il forte impegno che ha dimostrato nei confronti dei molisani all’estero il governatore del Molise, on. Angelo Michele Iorio, ha ricevuto la cittadinanza onoraria a Macchia Valfortore. Proprio il governatore-cittadino onorario di Macchia porterà il proprio saluto in apertura, dopo il messaggio di benvenuto del Sindaco, Nicola Zingaro. Seguiranno i saluti del Presidente del Consiglio Regionale del Molise di Michele Picciano, Presidente della Provincia di Campobasso. Rosario De Matteis, Presidente Commissione Affari Comunitari Regione Molise, Antonio Chieffo, Presidente Asmef Associazione Mezzogiorno Futuro, Salvo Iavarone. Ad aprire gli interventi il Direttore del quotidiano internazionale Un Mondo d’Italiani, Mina Cappussi, con le “parole” dell’emigrazione “1861-2011 Semantica di una Storia Tricolore” nel Primo Dizionario dell’Emigrazione italiana, un progetto che ha il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Ministero Affari Esteri, Ministero del Lavoro, Ministero Istruzione, Commissione Europea e di numerose università in Italia e all’estero, l’introduzione del più famoso sociologo della comunicazione, McLuhan e la prefazione chiesta al Presidente della Repubblica, il sostegno del Banco di Napoli. Parlerà di “Emigrazione italiana tra semiotica e semantica” la giornalista, già autrice Rai International, studiosa di emigrazione, Tiziana Grassi, coautrice del Dizionario, mentre Lino D’Ambrosio presenterà il suo “Con il Molise nel Cuore”, progetto integrato di “accoglienza e promozione territoriale dedicata ai molisani che hanno il Molise nel cuore. Giuseppe Carozza, docente di Lettere Classiche, parlerà di “Emigrazione e tradizione musicale: il Melodramma lirico come fattore di unità nazionale”, mentre Gianni Spallone, docente universitario, parlerà di “Alterità: culture in viaggio”. Le Conclusioni sono affidate a Norberto Lombardi, del Centro Studi Molisani nel mondo con la relazione “L’italianizzazione dei molisani all’estero: il contributo degli emigrati alla storia dell’Italia Unita”. La conduzione è affidata a Gianni Lattanzio, Associazione Dialoghi, nonché Segretario Nazionale Ambientevivo, che si occupa attivamente di italiani all’estero presso la Camera dei Deputati. Gli interventi sono intermezzati da brani musicali eseguiti da due giovani e promettenti musicisti: Annalisa Desiata al mandolino, accompagnata da Cristian Gioia alla chitarra. I pezzi sono stati scelti con cura per ripercorre assieme, sulle note che hanno fatto emozionare l ‘Italia, i 150 anni dell’unità nazionale.
Il Molise, questa Regione di un milione di abitanti, dentro e fuori dal Molise, non intende dimenticare quella che è stata una pagina importantissima della nostra Storia ed è emblematico che i giovani amministratori di Macchia proseguano con impegno e passione il percorso avviato in questa direzione. L’evento è patrocinato dal Comune di Macchia Valfortore, dalla Regione Molise, Provincia Campobasso, Un Mondo d’Italiani, Dizionario dell’Emigrazione italiana, Asmef. La Segreteria organizzativa è del Centro Studi Agorà Mediapolis Un Mondo d’Italiani.
[Comunicato stampa di Mina Capussi]

moliseadriatico.jpg


www.ilmolise.net

ma@ilmolise.net

Molise Adriatico © Tutti i diritti riservati



CULTURA, ARTE E TURISMO

PROGETTO DI COMUNICAZIONE. GRAFICA E WEB
© 2000 LUIGI SORELLA
TRA I PRIMI BLOGGER NEL MOLISE