Condividi   MOLISE ADRIATICO

29/11/2011
Guglionesi
Luigi Sorella
Cultura
885

Gli affreschi nella cripta di Santa Maria Maggiore a Guglionesi sono del 1587?

L'architetto Franco Valente ha promosso sul suo blog (www.francovalente.it) il tema "Guglionesi: Prossimamente la Cripta di S. Maria Maggiore", promettendo di svelare alcuni misteri del gioiello artistico di Guglionesi, in particolare sul ciclo degli affreschi cinquecenteschi. "In un angolo degli affreschi della cripta - scrive sul blog lo studioso molisano - si scopre la data 1587. Ma è quello l’anno in cui fu realmente eseguito il ciclo pittorico?"
Per contribuire all'interessante tematica nel web, sul blog di Valente una serie di post s'incrociano per allargare il dibattito a quanti, studiosi e appassionati dell'argomento, intendano partecipare alla soluzione del "mistero" di Guglionesi.

Senza entrare nel "simbolismo puro" (cioè... senza arrivare ai Maya?) io ho inteso contribuire all'iniziativa culturale sul web, immaginando - a modo mio - l'interpretazione dell'amico architetto Franco Valente, che egregiamente ha studiato gli affreschi cinquecenteschi nel castello di Gambatesa, e per i quali l'eventuale data del "1587" del ciclo pittorico di Guglionesi [si chiede Valente: ma è quello l’anno in cui fu realmente eseguito il ciclo pittorico?] resterebbe "incerta" per varie ipotesi di studio in altri contesti distanti dal patrimonio storico-culturale di Guglionesi. Sebbene con i "di" Capua - committenti degli affreschi di Gambatesa, firmati nel 1550 dal pittore Donato Decumbertino - riferimenti storici pure a Guglionesi sono documentati. In tale contesto, l'autorevolezza di Valente è in grado di contribuire alla ricerca scientifica: l'anno 1550 è un punto di arrivo o di partenza per la Genesi affrescata a Guglionesi?

------------

Il mio post:

Carissimo Franco,

ti ringrazio di aver sollecitato una questione culturale (mi chiedo da lettore non solo del tuo blog: davvero ancora vergine?) di non poco conto (il “mistero degli affreschi” di Guglionesi, aggiungerei di tutto il ciclo!), argomento davvero interessante per chi sostiene la crescita della nostra piccola regione partendo da zero (come me e te?). Mi (ri)trovi in (tua) sintonia con l’affermazione “E’ difficile confrontarsi, verificare, discutere”, appunto in una “piccola” regione come la nostra. Se vuoi ancora più “piccola” per le sue carenze ormai storiche, in tal senso.
La data degli affreschi? Uno studioso competente della tua caratura non si sarà lasciato certamente ingannare (solo!) dai “numeri”, in particolare (attratto!) dai punti di separazione, magari da un “5″ che potrebbe essere anche una “S” (aggiungerei: o altro?), da un “8″ che potrebbe divenire “infinito” (non tralascerei: o altro?) e così via (lasciamo ancora un po’ di mistero almeno sul tuo blog!): appunto «Io sono l’alfa e l’omega», dice il Signore Nostro Dio nelle sacre scritture, cioè “Io sono la Vita e la Resurrezione”, come d’altra parte reca l’arco (a)temporale – nel senso dell’Assoluto e di tutto ciò che concerne il “disegno divino” della Creazione – nelle scene artistiche dipinte dal pittore per la rappresentazione della Genesi di Guglionesi, nella cappella a lato della cripta (altro mistero!!! …da spiegare, perché, come sai, una cappella fuori dall’impianto architettonico della chiesa medioevale avrà i suoi significati!).
In attesa anche del tuo contributo interpretativo, notoriamente di grande competenza e di profonda onestà intellettuale, non aggiungo altro (altre soluzioni al mistero meriterebbero citazioni per le loro varianti cultuali, cioè legate al culto e ai suoi messaggi), e non voglio entrare in altri dettagli storico-documentali (ti avevo anticipato una mia pubblicazione in corso di stesura esclusivamente dedicata alla Insigne Collegiata di Santa Maria Maggiore, …ma chissà quando andrà alle stampe!), tralasciando interpretazioni e misteri vari che si annidano nella storia locale (altre nozioni meriterebbero degna annotazione, anche a me è capitato in passato di fare qualche gratuita guida qui a Guglionesi [ora ti confesso che mi rifiuto di essere così esposto culturalmente!], con guide più turistiche che culturali (gratuite! Ribadisco!) come spesso capita in giro per il Molise anche alla tua generosa disponibilità intellettuale).
Aggiungo soltanto che non sarebbe l’unico caso a Guglionesi sul mistero “1587”. E, come ben sai, non solo qui a Guglionesi.

Le pubblicazioni? A fatica alcune ci sono anche qui a Guglionesi, non intendo entrare in merito… sai meglio di me i limiti culturali della nostra Regione, a partire dagli enti locali come i Comuni che “sostengono” più i calendari che gli studi sul patrimonio artistico. Vera risorsa per il futuro…

Siamo un popolo che legge calendari anziché libri” (Luigi Sorella).

Allora non resta che parlarne a bassa voce (e magari leggerci reciprocamente) sui post dei nostri blog (mi troverai su http://www.guglionesi.com, da oltre 11 anni, essendo stato forse il primo blogger della nostra Regione, con una media attuale intorno alle 25.000 letture mensili).

Buona Cultura.
A presto.
Luigi

---

Leggi tutti i post al link:
http://www.francovalente.it/2011/01/30/guglionesi-prossimamente-la-cripta-di-s-maria-maggiore/comment-page-1/

Dal blog www.francovalente.it

moliseadriatico.jpg


www.ilmolise.net

ma@ilmolise.net

Molise Adriatico © Tutti i diritti riservati



CULTURA, ARTE E TURISMO

PROGETTO DI COMUNICAZIONE. GRAFICA E WEB
© 2000 LUIGI SORELLA
TRA I PRIMI BLOGGER NEL MOLISE