Condividi   MOLISE ADRIATICO

28/7/2014
Termoli
Luigi Sorella
Cultura
2295

"Ave Crux. La Croce nell’Arte", viaggio iconografico nella mostra diocesana

L’immagine grafica della mostra diocesana “Ave Crux. La Croce nell’Arte” ci pone dinanzi a un orizzonte dominato dalla croce composta con i legni delle barche dei migranti naufragati nel mare Mediterraneo, il “Mare nostrum”, a largo di Lampedusa. È l’ultima croce (opera del falegname Francesco Tuccio, Lampedusa, 2013) aggregata al patrimonio della Diocesi di Termoli-Larino: una croce vissuta dal patibulum di Cristo. Ai piedi della crocifissione, attraverso un breve viaggio iconografico nell’arte sacra, “da un albero all’altro”, da una croce all’altra si può varcare l’orizzonte della salvezza eterna per tendere all’approdo della Bellezza.
Da “sì gran braccia” (Dante Alighieri), con l’annuncio della Pasqua del Redentore i cristiani ricevono in dono il Cristo della Crux, quella santa Croce salutata (“Ave...”) come l’Arbor vitae (l’Albero della vita). Per un anonimo teologo (Lettera a Diogneto) la salvezza della croce è un orizzonte di carità nella comunione dell’amore di... e verso Dio Padre: “ad amarlo (Dio) diventerai imitatore della sua bontà, e non ti meravigliare se un uomo può diventare imitatore di Dio”. Per Papa Francesco “il trono regale di Gesù Cristo è il legno della Croce”.

moliseadriatico.jpg


www.ilmolise.net

ma@ilmolise.net

Molise Adriatico © Tutti i diritti riservati



CULTURA, ARTE E TURISMO

PROGETTO DI COMUNICAZIONE. GRAFICA E WEB
© 2000 LUIGI SORELLA
TRA I PRIMI BLOGGER NEL MOLISE