BLOG FONDATO NEL GIUGNO DEL 2000
x

Un viaggio nella cultura non ha alcuna meta: la Bellezza genera sensibilità alla consapevolezza.

Luigi Sorella (blogger).
Nato nel 1968.

Operatore con esperienze professionali (web designer, copywriter, direttore di collana editoriale, videomaker, fotografia digitale professionale, graphic developer), dal 2000 è attivo nel campo dell'innovazione, nella comunicazione, nell'informazione e nella divulgazione (impaginazioni d'arte per libri, cataloghi, opuscoli, allestimenti, grafiche etc.) delle soluzioni digitali, della rete, della stampa, della progettazione multimediale, della programmazione, della gestione web e della video-fotografia. Svolge la sua attività professionale presso la ditta ARS idea studio di Guglionesi.

Come operatore con esperienza professionale e qualificata per la progettazione e la gestione informatica su piattaforme digtiali è in possesso delle certificazioni European Informatics Passport.

Il 10 giugno del 2000 fonda il blog FUORI PORTA WEB, tra i primi blog fondati in Italia (circa 3.200.000 visualizzazioni/letture, cfr link).
Le divulgazioni del blog, a carattere culturale nonché editoriale, sono state riprese e citate da pubblicazioni internazionali.

Ha pubblicato libri di varia saggistica divulgativa, collaborando a numerose iniziative culturali.

"E Luigi svela, così, l'irresistibile follia interiore per l'alma terra dei padri sacra e santa." Vincenzo Di Sabato

Per ulteriori informazioni   LUIGI SORELLA


1/10/2022 ● Cultura

"Sant'Adamo d'ottobre o di Vendemmia", tra storia e fede

La seconda domenica di ottobre ricorre l'anniversario della Seconda traslazione delle reliquie di Sant'Adamo Abate (da Campobasso a Guglionesi).

  Luigi Sorella ● 789


La ricorrenza autunnale della festa patronale è nota anche come la solennità di "Sant'Adamo di ottobre o di Vendemmia", essendo celebrata, dalla comunità devota, nella seconda domenica del mese di ottobre in concomitanza con la raccolta dell'uva e soprattutto come segno liturgico del vino, frutto della vite, nella consacrazione eucaristica e nell'intercessione del nostro Santo Patrono quale richiamo al modello di santità in Cristo.

Storicamente l'evento rievoca il ritorno a Guglionesi delle reliquie del santo Patrono a seguito “del saccheggio di Guglionesi ad opera dell’esercito francese di Carlo VIII, nel giorno del Corpus Domini del 1496. Nella stessa occasione forse fu rubato il capo reliquiario del 1153 contenente resti della testa del Santo, oppure, secondo un’altra versione, fu rubata la statua in rame argentato senza il capo reliquiario del de Argentis, che prima del saccheggio fu nascosto dai canonici con tutto il tesoro della Collegiata. Il busto della statua in rame argentato – senza o con l’antico capo reliquiario? – e le reliquie del Santo poste alla base stessa della statua furono abbandonati dall’esercito francese a Campobasso” [Cfr. “Sant’Adamo di Guglionesi. Abate nel monastero benedettino delle isole Tremiti. Aspetti storici, critici e cultuali dall’XI al XXI secolo”, Gerardo Cioffari, Luigi Sorella, Palladino Editore in Campobasso, TracciAntica, 2005].

I Guglionesani tornarono in possesso delle sacre reliquie nella Seconda domenica d’ottobre del 1496 e da allora l’evento storico viene rievocato, e solennizzato ogni anno nel calendario liturgico degli eventi parrocchiali, con l'esposizione del reliquiario a busto in argento (a mezza figura del Santo Patrono di Guglionesi), pregevole opera artistica dell'anno 1886 realizzata dalla scomparsa Fonderia del Cav. Alessandro Nelli in Roma, prezioso simulacro conservato nella cinquecentesca Cappella di Sant'Adamo presso la splendida cripta romanica della Collegiata di Santa Maria Maggiore.





© FUORI PORTA WEB

FUORI PORTA WEB © BLOG DAL 2000
Vietata la riproduzione, anche parziale e/o in digitale (e attraverso post sui social), senza autorizzazione scritta e rilasciata, esclusivamente, dal blogger fondatore.

Per pubblicare sul blog FUORI PORTA WEB inviare la richiesta di divulgazione all'e-mail: fpw@guglionesi.com