BLOG FONDATO NEL GIUGNO DEL 2000
x

Un viaggio nella cultura non ha alcuna meta: la Bellezza genera sensibilità alla consapevolezza.

Luigi Sorella (blogger).
Nato nel 1968.

Operatore con esperienze professionali (web designer, copywriter, direttore di collana editoriale, videomaker, fotografia digitale professionale, graphic developer), dal 2000 è attivo nel campo dell'innovazione, nella comunicazione, nell'informazione e nella divulgazione (impaginazioni d'arte per libri, cataloghi, opuscoli, allestimenti, grafiche etc.) delle soluzioni digitali, della rete, della stampa, della progettazione multimediale, della programmazione, della gestione web e della video-fotografia. Svolge la sua attività professionale presso la ditta ARS idea studio di Guglionesi.

Come operatore con esperienza professionale e qualificata per la progettazione e la gestione informatica su piattaforme digtiali è in possesso delle certificazioni European Informatics Passport.

Il 10 giugno del 2000 fonda il blog FUORI PORTA WEB, tra i primi blog fondati in Italia (circa 3.200.000 visualizzazioni/letture, cfr link).
Le divulgazioni del blog, a carattere culturale nonché editoriale, sono state riprese e citate da pubblicazioni internazionali.

Ha pubblicato libri di varia saggistica divulgativa, collaborando a numerose iniziative culturali.

"E Luigi svela, così, l'irresistibile follia interiore per l'alma terra dei padri sacra e santa." Vincenzo Di Sabato

Per ulteriori informazioni   LUIGI SORELLA


26/10/2022 ● Cultura

L'affetto per i 25 anni del ministero sacerdotale di don Antonio Sabetta

L'augurio del Vescovo nelle parole di San Paolo: "Siamo i collaboratori della vostra gioia perché nella fede voi siete già saldi".

  Redazione FPW ● 535


Si è svolta ieri sera, presso la Collegiata di Santa Maria Maggiore in Guglionesi, la celebrazione eucaristica per il Venticinquesimo anno di sacerdozio di don Antonio Sabetta.

Con un pensiero augurale il vescovo, mons. Gianfranco De Luca, il Presbiterio e tutta la comunità diocesana si sono uniti con gioia e in comunione di preghiera in questo momento speciale per lodare e ringraziare il Signore Gesù Cristo del dono della vocazione e del servizio vissuto da don Antonio (cancelliere della Curia della diocesi di Termoli-Larino) con amore, sensibilità pastorale, studio e ricerca teologica.
Un’occasione per ricordare le parole di Paolo – il messaggio del Vescovo mons. Gianfranco De Luca – che il sacerdote scelse per ricordare quella circostanza: "non intendiamo fare da padroni sulla vostra fede, siamo invece i collaboratori della vostra gioia perché nella fede voi siete già saldi" (1Cor 1,24)”.

Molti presbiteri della Diocesi di Termoli-Larino hanno partecipato alla solenne Santa Messa, presieduta da don Antonio accanto al vescovo diocesano, mons. Gianfranco De Luca, e al parroco di Guglionesi, don Stefano Chimisso.

Al termine della celebrazione religiosa, la Parrocchia di Santa Maria Maggiore ha fatto dono di una preziosa icona di Sant’Adamo Abate, riproduzione dal trittico cinquecentesco di Michele Greco di Valona, opera riprodotta dall’iconografo Fra(tel) Giuseppe Di Lena, monaco presso l’Eremo Lavra “Stella Maris” di Guglionesi.

Il Sindaco di Guglionesi ha donato a don Antonio la medaglia istituzionale di rappresentanza municipale.

Un mazzo di venticinque rose bianche è stato donato al sacerdote di Guglionesi, rose che don Antonio ha inteso offrire al Santo Patrono, presso il reliquiario a busto esposto alla venerazione dei fedeli nella Cappella cinquecentesca della cripta di Santa Maria Maggiore.

Ringrazio di cuore tutti: il mio Vescovo, il parroco don Stefano (che ha organizzato tutto questo per me), i fratelli presbiteri che hanno condiviso in comunione eucaristica la gioia di questo momento e quelli che non hanno potuto esserci per vari impegni, le autorità che hanno partecipato per affetto, chiunque abbia collaborato (in particolare ai cori nelle Sante Messe) e coloro che mi hanno fatto crescere nel ministero presbiterale. Un particolare pensiero alla mia famiglia, a mia madre e mio padre che da qualche anno non ci sono più, agli amici più cari (i cari “compagni di merenda"), agli amici che non ci sono più e a quelli che ci hanno lasciato troppo presto”, in estrema sintesi tra le parole del commosso messaggio di saluto e di ringraziamento letto da don Antonio Sabetta.

Al termine della giornata di festa, conviviale momento in parrocchia presso la "Casa del fanciullo".





© FUORI PORTA WEB

FUORI PORTA WEB © BLOG DAL 2000
Vietata la riproduzione, anche parziale e/o in digitale (e attraverso post sui social), senza autorizzazione scritta e rilasciata, esclusivamente, dal blogger fondatore.

Per pubblicare sul blog FUORI PORTA WEB inviare la richiesta di divulgazione all'e-mail: fpw@guglionesi.com