F U O R I  P O R T A  W E B
BLOG FONDATO NEL GIUGNO DEL 2000
TRA I PRIMI BLOG FONDATI IN ITALIA
Il sito non è finanziato con fondi di Enti istituzionali e/o pubblici.
È un'iniziativa culturale di ARS idea studio.

www.guglionesi.com ● ANNO 20°

Blogger fondatore Luigi Sorella
La Bellezza genera sensibilità alla consapevolezza.
Un viaggio nella cultura non ha alcuna meta.
Cultura è anche innovazione nel comunicare il sapere.
........
"E Luigi svela, così, l'irresistibile follia interiore per l'alma terra dei padri sacra e santa." (Vincenzo Di Sabato)

 



Condividi l'articolo:
 

HOMEPAGE FUORI PORTA WEB


Pubblicato in data 25/2/2019 ● Articolo consultato 94 volte ● Archivio 11291 FPW

Guglionesi
Film "La paranza dei bambini" di Claudio Giovannesi


Maria Antonietta Cacchione ● FUORI PORTA WEB © 2000-2018

Il film, tratto dal romanzo di Roberto Saviano, narra la storia di sei adolescenti del rione Sanità di Napoli pronti alla scalata del potere favoriti dalla momentanea assenza dei boss, in carcere o agli arresti domiciliari.
I giovani protagonisti, capeggiati da Nicolas Fiorillo, non concepiscono l'idea di svolgere un lavoro onesto e dignitoso, non credono in un futuro e non temono il carcere e la morte.
Il loro scopo è quello realizzare tutto e subito, "poiché i soldi riesce ad averli solo chi se li prende".
I ragazzi, inebrianti dal denaro e dal potere, scorazzano per i vicoli della città a bordo di eleganti motorini spacciando droga e esigendo il pizzo dai negozianti.
Paranza è un'allegoria, e rappresenta le reti dei pescatori che utilizzando forti luci attirano piccoli pesci che rimangono imbrigliati nella luce del male per essere catturati da altri criminali, o essere condannati dalla giustizia.
L'opera sceneggiata da Roberto Saviano, Claudio Giovannesi e Maurizio Bracci, è stata premiata a Berlino con l'Orso d'argento per la migliore sceneggiatura.
Il film, con grande forza espressiva e concretezza , riproduce il ritratto di una generazione che ha perso l'innocenza servendosi dei suoi personaggi interpretati da attori esordienti.
Il regista scava nei loro comportamenti che conducono a un'inevitabile discesa verso il male che invade il loro animo, senza però condannare o giustificare le loro azioni.
L'opera è impreziosita dalla fotografia di Daniele Cipri' e esaltata dal ritmo musicale di Antonio Mascianese.
Molto Illuminanti, significative, piene di compassione e umana pietà sono le parole della dedica all'inizio del libro:
Ai morti colpevoli.
Alla loro innocenza.

 

 



Per pubblicare su Fuoriportaweb: fpw@guglionesi.com    




FUORI PORTA WEB

Sito non rientrante nella categoria dell'informazione periodica (Legge n. 62 del 7 marzo 2001)
.
Il sito non è finanziato con fondi di Enti istituzionali. È un'iniziativa culturale di ARS idea studio.
Note legali sull'uso del blog FUORI PORTA WEB


ARS ● C.so Conte di Torino 15 ● 86034 Guglionesi (CB) ● Tel. +39 0875 681040 - +39 0875 518133 ● P.IVA 01423060704
Tutti i diritti riservati da Fuoriportaweb by ARSideastudio.com