F U O R I  P O R T A  W E B
BLOG FONDATO NEL GIUGNO DEL 2000
TRA I PRIMI BLOG FONDATI IN ITALIA

www.guglionesi.com ● ANNO 21°
Il sito non è finanziato con fondi di Enti istituzionali e/o pubblici.
È un'iniziativa culturale di
ARS idea studio.

Blogger fondatore Luigi Sorella
La Bellezza genera sensibilità alla consapevolezza.
Un viaggio nella cultura non ha alcuna meta.
Cultura è anche innovazione nel comunicare il sapere.
È proprio perché immaginiamo una comunità migliore, in ogni senso, con umiltà mettiamo a disposizione della collettività il nostro impegno.

........
"E Luigi svela, così, l'irresistibile follia interiore per l'alma terra dei padri sacra e santa." (
Vincenzo Di Sabato)


 


Condividi
l'articolo:
 

HOMEPAGE FUORI PORTA WEB

 
Articolo consultato 179 volte ● Archivio 11853 FPW

 Guglionesi 
Muore a Venezia Domenico Simi de’ Burgis ideatore della "Giornata Mondiale della Poesia"


Vincenzo Di Sabato
Pubblicato in data 22/6/2020 ● FUORI PORTA WEB © 2000

Muore a Venezia Domenico Simi de’ Burgis ideatore della Giornata Mondiale della Poesia “2 Ottobre”. Dal 2009 ha elevato Guardialfiera a Sede Stabile Celebrativa, legandola a Parigi.

“La poesia è il primo gradino che gli uomini salgono per volare verso il cielo”. E’ il versetto poetico stilato da Domenico Simi de’ Burgis per la sua futura morte. E me lo ha trasmesso oggi, di buon mattino, suo figlio Saverio – a sua volta intellettuale di vasto sapere – per annunciare agli amici ed ai poeti del mondo, la dipartita dell’ideatore, trent’anni fa, a Venezia della “Giornata Mondiale della Poesia”.

Domenico Simi de’ Burgis, dunque, muore a 93 anni. Scompare l’intellettuale passionale rifulgente nella storia della poesia. Si spegne una voce profetica; un cantore sorprendente, pacato, lucido dalla fede incrollabile. Un “uomo” dalla capacità umana, nato per fare il bene e praticare giustizia: sostanze preziose e potenti in questi anni di varia “disumanità”.

Dolore vivo quello che provo. Perché viene a mancare un caposaldo; un punto di riferimento per noi tirocinanti della cultura; un avamposto nazionale che, a Guardialfiera, ha affidato un’eredità importante e imponente. L'ha elevata a Sede Stabile Celebrativa, assieme a Parigi, per Cantare con gli Angeli Custodi, il 2 ottobre l’immaterialità dei versi.

Ci ha spinti a guardare oltre il nostro naso, senza cadere alla banalità; a riconoscere invece che la vita è meravigliosa costruzione collettiva, solo se vissuta con l’ispezionarci dentro e attorno; e se, saggiamente, riusciamo ad essere comunica in cammino.

“Egli ha riconsegnato a noi, l’eredità pregressa dei nostri padri saggi perennemente adatta a germinare passioni e creatività. Ci ha assegnato un lascito ed un addestramento che promuove il sapere e dà sapore al pensare. Uno stimolo a sprigionare cose lucenti confezionate con l’eroismo quotidiano, lontano dallo schiamazzo e acconciate con parole non urlate e con idee e gesti validi a vivere e concretare l’intreccio fra natura e cultura, tra realtà e fantasia col sostegno invincibile e maestoso della poesia”.

Ritrovo questi pensieri ed anche i ricordi – che richiamerò di seguito – dalla “Introduzione” che Antonietta Aida Caruso mi consentì di elaborare per il suo recente campionario di “Poesie senza tempo nel nostro tempo”.

Domenico Simi de’ Burgis mi fu presentato nel 2008 dalla mia amica Grazia Marchianò, mistica e studiosa dell’Oriente e moglie di Elémre Zolla filosofo e conoscitore di dottrine esoteriche.

De Burgis, con l’Unesco, aveva già definito la Poesia, come pensiero e vertice umano della parola e la conduce, così, per il mondo. Favorisce, mano, l’arte poetica spagnola, quella filosofica indiana, la rapsodia germanica, le ballate romantiche inglesi, la lirica burlesca di Fancia. Ed esplora affabilmente anche quelle armene, romene, il pulsante carme ungherese ed i moduli ellenistici dell’Oriente Mediterraneo. Più tardi va a degustare la vena lussureggiante poetica sud-americana, e la metrica sanguigna delle Dolomiti. Poi, esortato dalla Marchianò, tocca terra qui. Nel 2009. Guardialfiera esordisce e agisce da spinta propulsiva, esaltando la poesia nei sette luoghi. alloglotti del Molise, nell’isola Croata e in quella degli Albanesi nostalgici, venuti dalle Terre delle Aquile. 3° settembre, 1° e 2 ottobre: tre giorni di magia e di avvincente etnia romantica.

Con l’Alto Patrocinio del Capo dello Stato, Egli chiama qui a raccolta, di anno in anno, le voci e gli spiriti liberi sospinti a contrastare le aggressioni all’intelletto, all’uomo ed alla casa dell’uomo.

Vorrà, adesso, il suo spirito assistere ancora il Molise ad alitare poesia. A cantare l’ordine e il disordine del cuore umano. A mettere in fila i segreti più segreti del’anim. E pensieri e parole che scandiscano il passare del vivere e la frenesia di poterci ancora cimentare, con Lui, nel “sognare” e nel volerci bene.


 


FUORI PORTA WEB © 2000
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta rilasciata, esclusivamente, dal blogger fondatore.


Segui FUORI PORTA WEB sui social

      


Per pubblicare sul blog FUORI PORTA WEB inviare l'e-mail all'indirizzo

fpw@guglionesi.com






FUORI PORTA WEB

Sito non rientrante nella categoria dell'informazione periodica (Legge n. 62 del 7 marzo 2001)
.
Il sito non è finanziato con fondi di Enti istituzionali. È un'iniziativa culturale di ARS idea studio.
Note legali sull'uso del blog FUORI PORTA WEB


ARS ● C.so Conte di Torino 15 ● 86034 Guglionesi (CB) ● Tel. +39 0875 681040 - +39 0875 518133 ● P.IVA 01423060704
Tutti i diritti riservati da Fuoriportaweb by ARSideastudio.com