BLOG FONDATO NEL GIUGNO DEL 2000
Tra i primi blog fondati in Italia
x

Un viaggio nella cultura non ha alcuna meta: la Bellezza genera sensibilità alla consapevolezza.

Luigi Sorella (blogger).
Nato nel 1968.

Operatore con esperienze professionali (web designer, copywriter, direttore di collana editoriale, videomaker, graphic developer), dal 2000 è attivo nel campo dell'innovazione, nella comunicazione, nell'informazione e nella divulgazione (impaginazioni d'arte per libri, cataloghi, opuscoli, allestimenti, grafiche etc.) delle soluzioni digitali, della rete, della stampa, della progettazione multimediale, della programmazione, della gestione web e della video-fotografia. Svolge la sua attività professionale presso la ditta ARS idea studio di Guglionesi.
Il 10 giugno del 2000 fonda il blog FUORI PORTA WEB, tra i primi blog fondati in Italia. Le sue divulgazioni digitali a carattere culturale, nonché editoriali, hanno superato 2.500.000 di visualizzazioni/letture, riprese e citate in varie pubblicazioni internazionali.

"E Luigi svela, così, l'irresistibile follia interiore per l'alma terra dei padri sacra e santa." Vincenzo Di Sabato

Per ulteriori informazioni   LUIGI SORELLA


Condividi l'articolo:
 
© FUORI PORTA WEB

Agricoltura

SOS Agricoltura

Nelle famiglie coltivatrici rabbia, disperazione e preoccupazione crescono sempre di più.







Termoli, 10/5/2022     2269


Dopo ben 13 anni, sfortunatamente, quanto preventivato dal Comitato spontaneo agricolo "Uniti per non morire" si è verificato. I tanti "soloni" politici e non, che prima lo deridevano, oggi affermano e puntualizzano quelle stesse strategie che proponeva. E' proprio il caso di dirlo: "Nemo propheta in patria". Lungimiranza? No. Solo realtà vista però, giorno per giorno, ma da vicino.

Le imprese agricole sono alla canna del gas, è proprio il caso di dirlo. Nelle famiglie coltivatrici rabbia, disperazione e preoccupazione crescono sempre di più. I tanti proclami governativi, regionali e nazionali, se questa è la realtà, hanno fatto ben poco. Se non si applicano strategie concrete atte a calmierare questi rincari altissimi dei fertilizzanti, gasolio, etc, che stanno pesantemente impattando sui costi di produzione delle aziende agricole nazionali spinte al limite della sostenibilità, il rischio di interruzione è evidente.

Forse non tutti sanno che le produzioni agricole, le stesse filiere alimentari sono sotto la speculazione degli anelli forti della catena. E mentre gli "altri" pensano (??) sul da farsi, i produttori muoiono a causa dell'indebitamento che cresce sempre più.
A questo quadro a tinte fosche del presente, impossibile per andare avanti, si unisce anche il mancato potere contrattuale. Tutto ciò per puntualizzare che se l'azienda si ferma non è detto che in un prossimo futuro possa ripartire.

Deve essere reso democratico e trasparente il processo di redistribuzione del valore che paga il consumatore finale!
Gli agricoltori, da sempre, checché altri possano dire, come categoria hanno poco peso politico-sociale ed ancora di più, oggi non hanno alcuna garanzia al reddito.

Serve un Coordinamento di emergenza nazionale sull'Agricoltura per rivedere le politiche insufficienti finora applicate ed un "Patto di sistema" che incentivi aggregazione, promozione, sviluppo dell'economia contrattuale, contrasto delle pratiche commerciali sleali ed operatività piena e trasparente tra produttore-GDO-consumatore.
E' l'unico modo per affrontare il problema con misure immediate e concrete e combattere così questo stillicidio economico, questa morte lenta, che sta facendo chiudere i battenti a tante aziende agricole.
Caso contrario, ci si può dimenticare il raggiungimento di standard di sostenibilità degni del tanto propagandato Green Deal Ue.


FUORI PORTA WEB © 2000-2022
Vietata la riproduzione, anche parziale e/o in digitale (e attraverso post sui social), senza autorizzazione scritta e rilasciata, esclusivamente, dal blogger fondatore.

Per pubblicare sul blog FUORI PORTA WEB inviare la richiesta di divulgazione all'e-mail:
fpw@guglionesi.com