F U O R I  P O R T A  W E B
BLOG FONDATO NEL GIUGNO DEL 2000
TRA I PRIMI BLOG FONDATI IN ITALIA

www.guglionesi.com
Il sito non è finanziato con fondi di Enti istituzionali e/o pubblici.
È un'iniziativa culturale di
ARS idea studio.

Blogger fondatore Luigi Sorella
La Bellezza genera sensibilità alla consapevolezza.
Un viaggio nella cultura non ha alcuna meta.
Cultura è anche innovazione nel comunicare il sapere.
È proprio perché immaginiamo una comunità migliore, in ogni senso, con umiltà mettiamo a disposizione della collettività il nostro impegno.

........
"E Luigi svela, così, l'irresistibile follia interiore per l'alma terra dei padri sacra e santa." (
Vincenzo Di Sabato)



 




 
 

 


Condividi
l'articolo:
 

HOMEPAGE FUORI PORTA WEB

 
Articolo consultato 877 volte ● Archivio 8417 FPW

 Guglionesi 
Cassinetta di Lugagnano : “Stop al Consumo di territorio”


Pietro Di Tomaso
Pubblicato in data 19/11/2014 ● FUORI PORTA WEB © 2000

Sabato scorso a Cassinetta di Lugagnano (Milano) si è svolto il convegno nazionale “Stop al Consumo di territorio” alla presenza di politici, amministratori locali, ambientalisti e associazioni. Cassinetta di Lugagnano è il primo Comune italiano che ha approvato, nel 2007, un piano urbanistico a zero consumo di suolo. <<Siamo un paese agricolo – dichiara a ‘Repubblica’ l’attuale primo cittadino Daniela Accinasio - , abbiamo un’identità culturale e architettonica importante. Che senso ha costruire se non ne hai la necessità, mettendo a rischio geologicamente il territorio? Le aziende agricole della nostra zona non sono state costrette a cedere i terreni alla speculazione, si sono riconvertite al biologico. Così oggi hanno dimensioni che consentono loro di mantenere competitività>>. <<E la stragrande maggioranza dei Comuni – sottolinea Damiano Di Simine di Legambiente Lombardia – utilizza da decenni il mattone per far cassa, senza pensare alla salvaguardia del territorio>>.

<<Oggi – dice il sindaco Accinasio – abbiamo dovuto imparare a far di necessità virtù, facendo quadrare i conti senza il bonus-villetta ben prima della crisi edilizia che ha colto alla sprovvista molti altri enti locali>>. Come? “ Riducendo al minimo le spese (il sindaco ha 460 euro di stipendio, non ci sono consulenze e solo l’ufficio tecnico ha un telefonino a disposizione) e diversificando le entrate: <<A esempio – spiega il primo cittadino – organizzando matrimoni e cerimonie nelle ville che abbiamo restaurato recuperando un altro pezzo della nostra identità>>. Certo, stiamo parlando di un Comune piccolo dove è possibile applicare un tipo di economia all’insegna del realismo e del pragmatismo. Un abitante di Cassinetta ha dichiarato a Ettore Livini, inviato di ‘Repubblica’, che <<qui in paese il senso di appartenenza e di socialità è molto aumentato con il no al cemento>>. << C’è gente che si è trasferita da Milano a qui proprio per questo – assicura il sindaco Accinasio -. Persone più partecipi e attente ai bisogni di Cassinetta>>.

Dunque siamo in presenza di una esperienza comunale che prova a dimostrare come l’equazione crescita uguale cemento non sia sempre vera, e senza alternative. In Toscana la legge urbanistica regionale approvata il 29 ottobre prevede tra l’altro che vale per tutti il principio secondo cui <<nuovi impegni di suolo a fini insediativi o infrastrutturali sono consentiti esclusivamente qualora non sussistano alternative di riutilizzazione e riorganizzazione degli insediamenti e delle infrastrutture esistenti>>.

Tuttavia i pericoli per l’ambiente e il territorio sono sempre in agguato. <<Sembra che anche questo governo – scrive Mario Pirani su ‘Repubblica’ (17 novembre) – che pur sembrava animato da propositi risanatori, sia pronto a piegarsi alle richieste di nuovi incentivi da parte delle lobby eoliche. (…) Tutto il Mezzogiorno è stato massacrato da migliaia di torri alte dagli 80 ai 130 metri…>>. Insomma occorre vigilare su quanto forma oggetto dell’articolo di Pirani dal titolo “I soldi facili dei mercanti d’aria”.  

FUORI PORTA WEB © 2000
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta rilasciata, esclusivamente, dal blogger fondatore.


Segui FUORI PORTA WEB sui social

      


Per pubblicare sul blog FUORI PORTA WEB inviare l'e-mail all'indirizzo

fpw@guglionesi.com






FUORI PORTA WEB

Sito non rientrante nella categoria dell'informazione periodica (Legge n. 62 del 7 marzo 2001)
.
Il sito non è finanziato con fondi di Enti istituzionali. È un'iniziativa culturale di ARS idea studio.
Note legali sull'uso del blog FUORI PORTA WEB


ARS ● C.so Conte di Torino 15 ● 86034 Guglionesi (CB) ● Tel. +39 0875 681040 - +39 0875 518133 ● P.IVA 01423060704
Tutti i diritti riservati da Fuoriportaweb by ARSideastudio.com