F U O R I  P O R T A  W E B
BLOG FONDATO NEL GIUGNO DEL 2000
TRA I PRIMI BLOG FONDATI IN ITALIA

www.guglionesi.com ● ANNO 21°
Il sito non è finanziato con fondi di Enti istituzionali e/o pubblici.
È un'iniziativa culturale di
ARS idea studio.

Blogger fondatore Luigi Sorella
La Bellezza genera sensibilità alla consapevolezza.
Un viaggio nella cultura non ha alcuna meta.
Cultura è anche innovazione nel comunicare il sapere.
È proprio perché immaginiamo una comunità migliore, in ogni senso, con umiltà mettiamo a disposizione della collettività il nostro impegno.

........
"E Luigi svela, così, l'irresistibile follia interiore per l'alma terra dei padri sacra e santa." (
Vincenzo Di Sabato)


 


Condividi
l'articolo:
 

HOMEPAGE FUORI PORTA WEB

 
Articolo consultato 756 volte ● Archivio 9248 FPW

 Guglionesi 
Film, "Un mondo fragile" di Cesar Acevedo


Maria Antonietta Cacchione
Pubblicato in data 15/10/2015 ● FUORI PORTA WEB © 2000

L'esordiente regista colombiano Cesar Acevedo, premiato a Cannes con la camera d'or, ha realizzato un film meraviglioso, in parte autobiografico.
La storia racconta di Alfonso, vecchio contadino, che dopo 17 anni torna a casaper curare il figlio Gerardo che ha contratto una grave malattia a causa degli incendi delle foglie delle canne da zucchero.
L'abbandono del focolare domestico, da parte del contadino, scaturisce dalla mancata accettazione di un mondo che cambia distruggendo le vecchie fattorie a scapito della natura.
Gli interni sono claustofobici, poiché Gerardo deve vivere con le finestre chiuse per evitare l'entrata delle polveri. Il paesaggio è limitato in gran parte dalle alte piante da zucchero che riproducono uno scenario apocalittico.
Bellissimo è il rapporto di Alfonso col nipote, al bambino insegna il rispetto per la natura e l'imitazione del verso di alcune uccelli che si posano su una secolare quercia.
Commovente l'episodio della solidarietà tra braccianti, cui è negato ogni diritto, e la ribellione risulta vana.
Dopo una faticosa giornata i lavoratori ritornano a casa, con volti stanchi, tristi e rassegnati.
Alla fine Gerardo muore, dopo indicibili sofferenze, confortato dalle carezze della madre e dal pianto dei familiari, che non sfocia mai in disperazione. La premonizione della sua morte è annunciata dall'aquilone che il figlio fa volare in cielo e dal sogno del padre che libera un cavallo.
Lo spettacolo si chiude con una inquadratura della casa e della imponente quercia, mentre a distanza ardono ancora i fuochi, la cenere cade sul desolato paesaggio e sembra passare attraverso lo schermo offuscando la sala. Dopo diversi ripensamenti Alfonso parte col nipote e la nuora, mentre l'anziana moglie, stanca e desolata ripercorre la sua difficile e precaria esistenza.
 

   


FUORI PORTA WEB © 2000
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta rilasciata, esclusivamente, dal blogger fondatore.


Segui FUORI PORTA WEB sui social

      


Per pubblicare sul blog FUORI PORTA WEB inviare l'e-mail all'indirizzo

fpw@guglionesi.com






FUORI PORTA WEB

Sito non rientrante nella categoria dell'informazione periodica (Legge n. 62 del 7 marzo 2001)
.
Il sito non è finanziato con fondi di Enti istituzionali. È un'iniziativa culturale di ARS idea studio.
Note legali sull'uso del blog FUORI PORTA WEB


ARS ● C.so Conte di Torino 15 ● 86034 Guglionesi (CB) ● Tel. +39 0875 681040 - +39 0875 518133 ● P.IVA 01423060704
Tutti i diritti riservati da Fuoriportaweb by ARSideastudio.com